Tutti i prossimi eventi:

Gif 14

vedi il calendario (clicca QUI oppure sul pulsante a destra)    

 

Documenti su Resistenza e periodo anteriore:

vedi la pagina dei LINKS (clicca QUI oppure sul pulsante a destra)

 

 Articoli nuovi qui sotto 

(ARTICOLI VECCHI - per visionare le pagine più vecchie di questo sito andare in basso e cliccare su Prec 1 2 3 ecc. La pag 2 è quella più recente, poi via via seguono la 3, la 4 ecc)

  Vuoi essere aggiornato sulle nostre iniziative?  

  iscriviti alla Newsletter  

 
  • - 18 gennaio - Commemorazione deportati Franco Tosi

  • - 18 gennaio - Concerto "Voci del Partigiano" con Renato Franchi

  • - 20 gennaio - Incontro con Venanzio Gibillini e Giuseppe Valota con I Numantini

  • - 24 gennaio - “Ombre di tormentosa memoria” Spettacolo teatrale

  • - 27 gennaio - “Storie di bambini disabili, ebrei e nomadi nella Germania del Terzo Reich”

  • - 18, 21 e 28 gennaio (per gli studenti)

 

 

 

 

http://www.legnanonews.com/news/4/65945/

giorno_della_memoria_ricordando_il_5_gennaio

 

 

 

http://www.legnanonews.com/news/4/65946/

giorno_della_memoria_incontro_con_venanzio_gibellini

 

 

24 gennaio ‘17
Sala Ratti Ore 21.00 “Ombre di tormentosa memoria” Spettacolo teatrale di Fabiano Braccini

 

27 gennaio ‘17
Leone da Perego, ore 20,50  in collaborazione con le associazioni che si occupano di disabili “Storie di bambini disabili, ebrei e nomadi nella Germania del Terzo Reich” con il Prof. Giancarlo Restelli e Renata Pasquetto

 

Per gli studenti, nei giorni 18, 21 e 28 gennaio ‘17
Cinema Ratti, ore 9.30
Spettacolo “Essere senza destino, ebrei ad Auschwitz”
Lavoro storico-teatrale realizzato dagli Istituti Bernocchi e Dell’Acqua

Al Ratti tre film dedicati alla Grande guerra

http://www.legnanonews.com/news/4/66021/

al_ratti_tre_film_dedicati_alla_grande_guerra

 

 

L'ANPI Legnano, in collaborazione con il Comune di Legnano, per ricordare i cento anni di distanza dalla Grande guerra organizza presso il Cinema Sala Ratti, Corso Magenta 9 - Legnano, tre film per riflettere.

 

Programma:

 

martedì 10 gennaio 2017 ore 20.45 - "La Grande guerra" di Mario Monicelli.

 

martedì 17 gennaio 2017 ore 20.45 - "Niente di nuovo sul fronte occidentale" di Delbert Mann.

 

martedì 31 gennaio 2017 ore 20.45 - "Torneranno i prati" di Ermanno Olmi.

 

Presenta il prof. Giancarlo Restelli.

 

Ingresso libero

Gli auguri dell'ANPI


a gennaio appuntamento con
"Befana dell'ANPI" - Commemorazione Franco Tosi - Concerto

 

 

Venerdi 6 gennaio 2017

"Befana dell'ANPI di Legnano"

Vi aspettiamo coni vostri figli e nipoti al Cinema Ratti, in corso Magenta, dove alle ore 10 verrà proiettato un film per ragazzi. Verrà poi donata a ttti i bambini presenti la tradizionale calza della "Befana".

 

Mercoledi 18 gennaio 2017

Commemorazione del 73° anniversario della deportazione nei campi di sterminio nazisti di operai, impiegati e tecnici della Franco Tosi alle ore 9.30 nel reparto monitoraggio della Franco Tosi in piazza Monumento.

L'oratore ufficiale sarà Don V. Colmegna, Presidente della Casa della Carità. Intervento di Luigi Botta, Presidente ANPI Legnano.

Dopo la cerimonia un corteo si snoderà per le vie della città per raggiungere il Cimitero di Corso Magenta, ove saranno onorati i deportati.

 

Mercoledi 18 gennaio 2017

Alla sera avrà luogo il Concerto del coro resistente "Voci del Partigiano"  Vocal Band dell'ANPI di Rescaldina con Renato Franchi: "...Cantare la storia per non dimenticare il futuro..." Palazzo Leone da Perego, via Gilardelli, ore 20.50.

 

 

 

Al cinema Ratti la "Befana dell'ANPI"

 

http://www.legnanonews.com/news/4/66013/

al_cinema_ratti_la_befana_dell_anpi

 

 

 

 

http://www.legnanonews.com/news/1/66066/

la_befana_in_tour_per_la_citta

 

La simpatica vecchina è arrivata anche a Legnano per portare dolci, doni e tanto divertimento ai bimbi della città.

 

Come da tradizione l'Anpi ha regalato ai più piccoli una mattinata al cinema (immagine di copertina). Piene in ogni ordine di fila le poltrone della sala Ratti per la proiezione del film disney "Alla ricerca di Dori". Al termine l'associazione presieduta da Luigi Botta ha distribuito a tutti una calza della befana colma di dolci e carbone. Presenti anche gli assessori Chiara Bottalo e Umberto Silvestri

 

 

 

 

Violata la targa di Giovanni Novara

 

 

Nella notte del  16 dicembre 2016 è stata violata la targa di Giovanni Novara,  sita in via XXIV Maggio-Legnano.

Riteniamo grave e preoccupante i fenomeni sociali e politici che negano, rimuovono o non riconoscono  la gloriosa storia della Resistenza Antifascista che diede al Paese la libertà e democrazia.

Per queste  ragioni l’ANPI è impegnata  prevalentemente nelle scuole per promuovere la memoria e per ricordare il sacrifico di tanti partigiani che in quegli anni diedero la vita.

L’ANPI di Legnano, nel condannare fermamente il grave atto, chiede all’Amministrazione Comunale di provvedere al ripristino della targa.

 

-----------------------------------------------

http://www.legnanonews.com/news/1/65693/targa_violata_
un_gesto_grave_da_non_sottovalutare_

 

 

«Un gesto grave che non deve essere sottovalutato». Il sindaco Alberto Centinaio commenta così l’atto vandalico perpetrato ai danni della lapide che ricorda Giovanni Novara, il giovane legnanese assassinato dai fascisti nel 1922. Di seguito il messaggio integrale. 

 


 

«Desidero unire anche la mia voce e quella dell’intera Amministrazione comunale legnanese alla condanna del vergognoso raid notturno perpetrato ai danni della targa in memoria di Giovanni Novara (Qui l'articolo: violata la targa di Giovanni Novara) , il giovane legnanese assassinato dai fascisti. Nella “migliore” delle ipotesi si è trattato di un atto di teppismo da parte di persone che non conoscono la storia della nostra città e i valori su cui si basa la Repubblica nata dalla lotta partigiana. Non è da escludere però che gli autori abbiano lucidamente voluto oltraggiare la memoria di un martire della libertà. In entrambi i casi siamo di fronte ad un gesto grave che non deve essere sottovalutato perché si colloca in un momento storico che vede il risorgere, a volte sotto mentite spoglie, di movimenti e gruppi politici di chiara matrice fascista. E’ sufficiente navigare sui social network per accorgersi di quanto il fenomeno sia diffuso anche nella nostra zona. Il loro stile è sempre lo stesso: colpire di notte, anche solo per affiggere manifesti e striscioni, e poi fuggire senza lasciare traccia.

Ciò che più mi addolora è che questo attentato sfregia la memoria di un giovane ucciso all’età di 25 anni soltanto perché manifestava apertamente la sua opposizione al fascismo. Eravamo nel 1922, pochi mesi prima della marcia su Roma, e già il fascismo mostrava il suo vero volto di movimento politico antidemocratico, intollerante e violento. Erano gli esordi di un ventennio di oppressione che avrebbe portato l’Italia nel baratro della guerra. Oggi, nel mezzo di una crisi che rischia di disgregare il tessuto sociale del nostro Paese, la tentazione di imboccare ancora una volta delle scorciatoie antidemocratiche è pericolosamente presente. Occorre non abbassare la guardia e lavorare per mantenere alti i valori per cui è morto Giovanni Novara.

Concludo assicurando che l’Amministrazione comunale si farà carico di ripristinare al più presto la targa rovinata dal fuoco appiccato da ignoti teppisti. Legnano, città decorata con la medaglia di bronzo al valor militare per il contributo dato alla lotta partigiana, non dimentica chi perse la vita per amore della libertà».

 


Pubblicato martedì 20 dicembre 2016

 

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi