25 Aprile: il programma delle celebrazioni

 

 

le foto, i discorsi, il resoconto della giornata su legnanonews (LINK) e sempionenews (LINK)

 

25 Aprile: "La festa di tutti"

 

In un discorso che qualcuno ha definito "non da leghista", Fratus non ha dimenticato l'attualità quando con tono risoluto ha affermato: "Oggi il 25 Aprile ci insegna che è possibile sconfiggere anche i nemici peggiori. Nemici che minacciano la nostra sicurezza, le nostre tradizioni, le nostre libertà democratiche. Nemici che si annidano nel deteriorarsi dei rapporti tra le persone, nello spregio o, peggio, nell’odio, in una politica aggressiva ed egoista, in una rete alimentata dal livore da tastiera".

Con l'intermezzo a cura di alcuni allievi degli Istituti Barbara Melzi e Dante Alighieri, ha poi preso la parola, novità della commemorazione, Antonio Cortese presidente dell'Associarma: "La data del 25 aprile è il simbolo della nostra rinascita e della nostra libertà, principi a cui ancora oggi molte nazioni del mondo anelano".

 

Infine, parola a Primo Minelli, presidente dell'Anpi Legnano, che ha trascinato all'applauso ripetutamente i presenti in piazza, soprattutto quando ha fatto riferimento ai rigurgiti di carattere fascista della nostra epoca: "Perché dire, come fanno alcuni, che il fascismo al netto della guerra e delle leggi razziali tutto sommato ha fatto delle cose buone? Riscrivere la storia negando la verità significa non fare i conti con le nostre responsabilità di allora e significa tollerare, come fossero bravi ragazzi, quelli che invocano il ritorno di quel periodo".            Leggi tutto al LINK

 

 

Conferenza all'Anpi: Cefalonia, la strage dei militari antifascisti

 

Assemblea annuale soci ANPI Legnano

 

Immagine 27 Arrowssabato 16 febbraio 2019 ore 14.30 

in sede, via Ciro Menotti 78

 

 

L'assemblea è pubblica e sono invitati in particolare tutti i soci e i simpatizzanti

 

 

ANPI: "La politica ha deviato troppo a ... destra"

Alla assemblea annuale, il presidente Minelli sollecita attenzione per evitare che "l'odio politico/etnico si possa trasformare in qualcosa di già visto"

 

 

leggi tutto al LINK http://www.legnanonews.com/news/cronaca/924814/
anpi_la_politica_ha_deviato_troppo_a_destra_

 

Immagine 41 ArrowsSulla base della Convenzione stipulata fra ANPI Legnano e Comune di Legnano si certifica che l'ANPI ha ricevuto un contributo pari a 12.000 euro per l'anno 2018.

 

 

ANPI: Il giorno del ricordo

 

 

Dall'Anpi l'appello: "Solo la democrazia batte il fascismo"

 

 

 

Il richiamo a una convinta Democrazia per combattere ogni forma di rigurgito fascista è risuonato forte e chiaro al Giorno della Memoria, celebrato ieri sera, martedì 22 gennaio, al Leone da Perego, promosso dalla sezione legnanese dell'ANPI in collaborazione con l'amministrazione comunale.

E' stato l'intervento di Dario Venegoni, presidente dell'Associazione nazionale ex deportati e figlio di Carlo arrestato più volte dai fascisti, a ricordare soprattutto come questo 2019 assomigli tanto al 1919, anno che ha segnato la nascita dei fasci italiani di combattimento: "Tutti diciamo che non esiste rapporto tra quegli anni e gli attuali... ma. Ma il linguaggio di una parte della politica di oggi - ha ricordato Venegoni - è quello. Assomiglia nelle forme e in maniera sinistra al modo di parlare dei protagonisti del fascismo. Allora fu una rottura violenta con un sistema vecchio e pesante. Segnò la vittoria di Mussolini. Oggi, nella nostra società, sentiamo che cova nel profondo una violenza latente, pronta ad esplodere. Sembriamo tutti lì pronti a scannarci".

Da qui l'appello di Venegoni: "Il contrario del fascismo non è il comunismo. Si combatte il fascismo e lo si sconfigge con la democrazia. Contro il fascismo è necessaria la più ampia e aperta alleanza della popolazione democratica. Non c'è una destra e una sinistra nell'antifascismo. Il discrimine è tra chi vuole e chi non vuole la democrazia".

Introdotta dal presidente dell'ANPI legnanese, Primo Minelli, la serata è stata animata anche dagli interventi di Gadi Schoenheit rappresentante della comunità ebraica milanese e di Cristina Gualtieri della CGIL Legnano. In apertura, il saluto di Gianbattista Fratus, sindaco di Legnano, accompagnato dagli assessori Ilaria Ceroni e Gianluca Alpoggio.

Sia Minelli che Fratus hanno ricordato la comune iniziativa di un nuovo viaggio della memoria nei lager nazisti con le scolaresche legnanesi nel prossimo mese di maggio. Un progetto che si ripete da anni proprio allo scopo di... non dimenticare.

I video curati da Renata Pasquetto e le musiche di Renato Franchi hanno completato una serata che ha visto Sala Pagani affollata in maniera assolutamente adeguata alla portata della celebrazione.

(Marco Tajè)

 

 

 

 

Prossimi eventi

loader